Come pulire al meglio la propria abitazione

Le pulizie di casa sono sempre un momento particolare della giornata di una casalinga. Si cerca sempre di rimandarle o di trovare il metodo per farle diventare il più veloci possibile. Ecco una serie di consigli per riuscirci.

Tutti odiano il momento delle pulizie casalinghe. Si cerca sempre il metodo migliore per rimandare questa incombenza così odiosa e come riuscire a svolgerla nel più breve tempo possibile.

La maggior parte delle persone che vanno a vivere da sole per la prima volta, non sono a conoscenza del miglior metodo per fare le pulizie casalinghe. Inoltre, si chiedono se si deve pulire prima la cucina o il bagno.

Grazie a questa guida passo per passo, si potrà affrontare questa incombenza nel migliore dei modi e farla diventare un momento poco pesante della settimana. Sfruttare nel migliore dei modi il proprio tempo, è la soluzione perfetta per chi vuole avere del tempo libero per organizzare una serata tra amici a casa o improvvisare un fine settimana in crociera.

1. Pulisci tutta la casa, non solo una stanza per volta

Una sessione di pulizie è molto più efficiente se si sceglie di pulire tutta la casa, e non solo una singola stanza. Facendo in questo modo, è più semplice portare a compimento le operazioni di pulizia e non ci si sentirà come se le pulizie fossero un lavoro infinito.

2. Avere ordine durante le pulizie

Che si tratti di usare un’aspirapolvere, un mocio o una scopa elettrica è bene che tutto sia sempre in ordine prima e dopo le operazioni di pulizia. Mettere tutto in un unico posto rende tutto molto più semplice, quando si avrà bisogno di questa attrezzatura e si dovrà riporla. Non perdere tempo nel cercare gli strumenti più adeguati a pulire casa, permette di ottimizzare nel migliore dei modi il proprio tempo.

3. Eliminare il disordine

Prima ancora di iniziare a pulire, è bene andare di stanza in stanza e riordinare tutto quello che non è in ordine. Quando si raccoglie una cosa – che sia una rivista, delle scarpe da ginnastica o una felpa – è bene considerare se è opportuno metterlo al suo posto, inserirlo tra le cose da lavare o se buttarlo.

4. Polvere e sistemi di aereazione

Prima di iniziare a spolverare, è bene assicurarsi che tutti i sistemi di aereazione della casa non siano in funzione. Se sono accessi, potrebbero portare da una stanza all’altra la polvere che si alza.

Per spolverare in maniera efficace, è bene partire dalle zone superiori dei mobili e quindi scendere fino al pavimento. Per le zone difficile da raggiungere, come persiane e mensole, si possono utilizzare dei panni in microfibra all’estremità di una scopa. Cambiate le lenzuola nella camera da letto dopo aver passato l’aspirapolvere.

5. Pulire gli specchi e i vetri

Per la pulizia di vetri e specchi, un panno in microfibra, seguito da un panno asciutto sono la soluzione ideale per evitare aloni o ombreggiature.

6. Disinfettare i piani di lavoro e le superfici

Per evitare la trasmissione di germi tra persone, è bene disinfettare e pulire tutte le superfici dove si possono appoggiare le mani. Maniglie, porte, telecomandi e telefoni sono spesso dei mezzi che trattengono e è portano in altre stanze germi e malattie. Utilizzare un detergente igienizzante, è senza dubbio una soluzione più che ideale per ridurre al minimo la presenza di questi piccoli e indesiderati ospiti.

7. Fare molta attenzione alla pulizia dei lavandini

I lavandini – in cucina e nei bagni – sono una delle zone più contaminate di tutta la casa. Per ridurre la carica batterica, è bene lasciare agire per qualche minuto il detergente che si utilizza comunemente per le pulizie. Per chi vuole essere ancora più sicuro dell’igienizzazione di questi elementi, può utilizzare la candeggina o un detergente dove è presente.

8. Ottimizzare il metodo per spazzare

Quando si spazza il pavimento del bagno o della cucina, è bene partire dall’angolo più lontano della stanza e quindi avvicinarsi gradualmente alla porta. Si dovrà eseguire la stessa operazione quando si prenderà lo straccio per pulire con acqua e detergente il pavimento. Al termine dell’operazione, ci si dovrà trovare sulla porta di entrata della stanza in questione.

9. L’aspiratore può essere utilizzato anche più volte alla settimana

Non aspettare di avere centimetri di polvere a casa per iniziare le pulizie. Puoi passare l’aspiratore anche più volte alla settimana. La cosa più importante, è che quando si inizia a pulire una camera si deve completare quella stanza.

10. Non dimenticare di lavare bene tutto il necessario per pulire casa

Una parte spesso trascurata delle pulizie di casa, è la manutenzione dei propri strumenti di pulizia. Usare uno straccio sporco o un’aspirapolvere con un sacco pieno di polvere non sono certamente delle buone azioni per pulire casa. Per rendere più efficace ogni minuto passato a pulire casa, è bene assicurarsi di pulire nel migliore dei modi ogni attrezzo che si utilizza per la pulizia della propria abitazione.

Alcuni compiti non devono essere eseguiti solo al momento della pulizia. Un esempio è passare l’aspirapolvere, riordinare i vestiti sporchi o buttare le immondizie. Per chi vuole terminare prima possibile le pulizie di casa, eseguire alcune incombenze durante la settimana è sicuramente un ottimo sistema per ridurre il tempo necessario alla pulizia della propria abitazione.

Post più Popolari

1

Che cosa fa un wedding planner?

Al contrario di quello che si pensa, il wedding planner è una professione molto complicata e che...

2

Che cosa sono i motori di ricerca?

Chi naviga in internet è costantemente in contatto con i motori di ricerca. Che cosa sono questi...

3

Come pulire al meglio la propria abitazione

Le pulizie di casa sono sempre un momento particolare della giornata di una casalinga. Si cerca...